Blog

Ambienti - 16 novembre 2018

Valdirose: intervista a Irene Berni

Valdirose è il progetto firmato da Irene Berni, un B&B alle porte di Firenze sulle colline di Lastra a Signa. Ma è anche molto di più, è un’atmosfera, una casa, ambienti che parlano e raccontano la storia di una famiglia. È anche la sintesi di una passione per la decorazione e la fotografia e dunque della ricerca e dell’ attenzione ai dettagli. Lo stile di Irene è personale e ben delineato, permea ogni sua attività, dall’arredo, allo styling, alla cucina. Irene insieme a Paolo, ha scelto per il Valdirose dei materiali di Pietre di Rapolano, un lavabo in travertino e un piano in marmo. In occasione di questo incontro abbiamo deciso di farci raccontare di più sulla sua attività e le sue scelte stilistiche.

Di dove sei originaria e dove vivi?

Sono nata e cresciuta in un paesino alle porte di Firenze: Lastra a Signa. Amo le mie origini ed è per questo che ho scelto di lavorare qui aprendo un b&b nella casa di famiglia.

Raccontaci del tuo percorso e della tua attività

Ho sempre cercato di fare lavori che stimolassero la mia creatività: mi piace cambiare ma in generale amo lavorare in proprio e con la bellezza. Dal 2001 al 2008 ho avuto un piccolo negozio di decorazione che portava il mio nome (Irene B), dal 2007 ho aperto il B&B Valdirose e un omonimo blog che ha acceso in me la passione della comunicazione e della fotografia. Nel 2014 ho scritto il mio libro (“Quello che piace a Irene”) e questo autunno uscirà il secondo (“I doni di Irene”). Guardando così la mia vita lavorativa sembro un tuttofare ma in realtà ogni cosa che faccio è legata da comuni denominatori: la passione per la casa la cucina e la decorazione.

Come è nato il progetto Valdirose?

Il Valdirose e’ la residenza di famiglia: qui vivevamo con i miei nonni e spesso condividevamo la tavola con parenti e amici. Era una casa accogliente e sempre piena di gente: quando è arrivato il momento di ristrutturarla è nata spontanea l’idea di farne un b&b. Aprire le porte delle nostre stanze ad ospiti di tutto il mondo era un bellissimo modo per tenere viva l’essenza.

Per l’arredo e la decorazione delle camere e degli altri ambienti quali elementi sono entrati in gioco?

La luce è senza dubbio l’elemento che più influenza la decorazione dei miei spazi. Osservo i raggi che scaldano naturalmente l’atmosfera, oppure le ombre di una stanza esposta a nord: partendo da questi piccoli dettagli scelgo tessuti e materiali aggiungendo o togliendo calore.

Lavabo pilozzo travertino cucina valdirose Irene Berni

Cosa ne pensi dei materiali naturali, pietra, travertino, marmo?

I materiali naturali hanno la capacità di arredare da soli una stanza intera. Sono discreti, neutri e duraturi e poi sono per me un’enorme fonte di piacere: niente è più ispirante di perdersi nelle venature di un travertino.

Per quali motivi consiglieresti di scegliere il marmo o la pietra naturale?

Perché sono eleganti e l’eleganza, si sa, non passa mai di moda.

Ci sono ambienti della casa per cui ritieni che la pietra naturale sia particolarmente idonea?

Senza dubbio quelli più vissuti dove c’è necessità di bellezza e praticità: bagno e cucina…anche se pensandoci bene non riuscirei ad immaginare un materiale migliore per una scalinata d’ingresso.

Lavabo travertino cucina valdirose

Hai scelto uno dei lavabi di Pietre di Rapolano per la cucina, quali sono i tuoi suggerimenti per inserire al meglio un manufatto in pietra in questo ambiente?

A chi decide di inserire un manufatto in pietra in una stanza suggerisco di fare in modo che diventi protagonista. Quindi creare un ambiente neutro intorno e lasciare gli spazi necessari per viverlo e celebrarlo.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

Sempre tanti e troppi. Mi piacerebbe fare un libro dove raccontare il mio stile così come ho fatto con voi, vorrei imparare a creare qualcosa, un’arte, un mestiere antico, qualcosa che valga la pena tramandare.
Vorrei rinnovare alcuni spazi del Valdirose, conoscere da vicino il vostro mondo mi ha messo nuove voglie.

Dettaglio interni cucina pietra valdirose